sabato 3 maggio 2008

Troppa tolleranza!!

Spesso molti pensano che io sia razzista... ma tuttavia non mi importa più di tanto. Piuttosto mi piace esprimere le mie idee senza preoccuparmi di chi la pensa diversamente da me, anche perchè si fa sempre a tempo per parlarne... come ad esempio nel caso dell'invasione silenziosa che stiamo permettendo ai popoli islamici di continuare e perpetuare da un decennio oramai, e che giorno dopo giorno conquista geograficamente terreno italiano.

Su questo tema mi sono spesso scontrato con parenti, amici,e talvolta anche politici, soprattutto perchè mi dispiace notare ogni volta che se ne parla, un menefreghismo camuffato da apertura mentale e accettazione del concetto di "altro" che ha permesso fino ad oggi, di considerare i flussi migratori verso il .... vostro paese come normali e indispensabili a consentire lo sviluppo italiano.... mah!!

Avrete sentito sicuramente in questi giorni, la notizia che riguarda una delle persone più insignificanti a livello italiano... ossia il figlio di Geddahfi o come si chiama... tra l'altro numero due della lega araba, il quale non "desidera" che il politico Calderoli riceva incarichi di ministro dal nuovo governo... data la dichiarata indole anti islamica...

No dico... Calderoli può essere più o meno criticabile.... (anche se io....) ma chi sarebbe il figlio di Gedda..... per intromettersi negli affari italiani? Questo è esattamente il risultato del potere che l'islam sta conquistando nei paesi occidentali e del quale ci (vi) renderemo conto non più tardi di qualche decennio, quando comanderanno per superiorità numerica e occuperanno tutte le cariche più importanti dell'europa..

Nessuno può essere perseguitato per le proprie idee, nè tantomeno nessun paese può e deve permettere che il carnefice venga visto come vittima...

Questo non è più un problema di tolleranza, di cui oggi siamo troppo pieni, si tratta della salvezza nostra e dei nostri confini geografici; si tratta della libertà di poter usufruire delle nostre città in sicurezza e senza dover camminare armati... si tratta di finirla con tutto questo buonismo, perchè i veri bisognosi stiamo diventando noi ..

20 commenti:

riri ha detto...

Caro K.capisco profondamente la tua esternazione,il problema è veramente molto delicato e discusso da tutti,esperti ed anche arroganti.L'Islam ha le sue regole,il suo credo,le sue tradizioni,noi non dobbiamo interferire con loro,nè possiamo permettere che loro ci obblighino in qualche modo a comportarci in modo,diciamo meno consono.Personalmente non discuto il credo,ma a parer mio occorrerebbero delle leggi (che in parte ci sono), da rispettare e far rispettare a tutti,islamici compresi.Per me si possono mettere il velo,ma non andrei mai nel loro paese perchè non mi si può imporre una cosa che non condivido;per quanto riguarda le moschee non credo che vietandone la costruzione si risolvi il problema,è giusto che abbiano la loro chiesa per pregare come noi abbiamo la nostra ed in Italia ce n'è di tutti i tipi....il problema vero è l'immigrazione clandestina,di povera gente,che dovrebbe essere aiutata nel loro paese (quando questo è necessario,vedi guerre,miseria,ecc.),spesso il capitalismo ed il colonialismo hanno tolto quasi tutto a questa gente (l'Africa ne è un esempio,ma non solo l'Africa),le risorse di molti paesi sono sfruttati da altri e tante rivoluzioni interne,dittature ecc.come tu potrai insegnarmi,mi fermo qui.Ti abbraccio e buona domenica.

Kniendich ha detto...

Riri, carissima, io penso che come italiani non abbiamo mai interferito nelle questioni religiose e politiche dei popoli islamici... a Roma ci sono quasi più moschee che chiese... girano come vogliono loro, mentre se noi andiamo da loro dobbiamo girare come loro vogliono, professano in tutta Europa la loro fede senza alcuna interferenza che non sia quella che ognuno a casa propria possa fare quando vede mnacciata la propria sicurezza da chi professa idee di vendetta contro l'occidente... vedi i "poveri" ihmam sparsi come virus in tutto il mondo...
Ogni tentativo di difesa da parte nostra, della nostra fede religiosa, dei nostri simboli (che a loro appaiono come blasfemi... ma può un crocifisso essere blasfemo??? ) viene scambiato per razzismo...e intanto si infilano nei tessuti delle nostre città, nelle nostre tradizioni, nelle nostre credenze per tentare di convertirle... questo non lo accetterò mai.
In Europa, per esempio a Parigi, le moschee più belle sono tutte nei posti più belli della città... insomma, non credete che un tantino si stia esagerando con questa integrazione a tutti i costi di un popolo che apertamente mira a distruggerci? Non possiamo sempre tollerare, fino a che le cose diventino sempre più complicate... avrebbe mai qualcuno pensato che nel 2008 un islamico potesse avanzare pretese sul nostro governo??? Beh è successo, e solo per la nostra tolleranza assurda, tolleranza che ci porterà alla distruzione delle nostre tradizioni... spero vivamente che Calderoli diventi ministro ... adesso, per principio.. e se essere razzisti significa difendersi dall'ingerenza islamica... beh allora lo sono !!!

Ti abbraccio Riri, con grande affetto...

riri ha detto...

Caro K. per quanto riguarda la dichiarazione di Gheddafi,sono daccordo con te,non deve assolutamente interferire,per Claderoli ministro....stendiamo un velo pietoso,ma è un parere personale,a me non piace lui come uomo,per il resto sono abbastanza daccordo con te,in effetti non devono romperci le scatole in casa nostra,avevo letto anni fa,che l'islam è una bomba pronta ad esplodere,penso e spero che chi l'abbia scritto si sia sbagliato, ma haimè,anch'io ho seri dubbi in proposito,non credo che tu possa essere mai un razzista,sei un uomo intelligente e sensibile,per cui capisco la tua intolleranza ed anche se siamo su sponde opposte,come ci siamo già detto,spero vivamente che si metta un freno...un freno a tutto,me lo auguro e se questo vuol dire essere leghista...io lo sono ...
Un abbraccio.

Gianluca Pistore ha detto...

ciao, trovo molto bello ed interessante il tuo blog, diciamo che trasmette carica.
per questo ti volevo proporre uno scambio link.
fammi sapere.ciao

www.gianlucapistore.com

Regina Madry ha detto...

Ma dai, K., da qui a dire che i bisognosi stiamo diventando noi ce ne passa...gli immigrati che arrivano in Italia spesso non solo sono in condizioni disperate, ma svolgono lavori che gli italiani non vogliono (e sottolineo non vogliono) più fare; diverso è il discorso sulla comoda ipocrisia di alcuni che ostentano il loro buonismo, come se tutti (e ri-sottolineo TUTTI) non fossimo tenuti a rispettare le regole di convivenza civile...
infine, Gheddafi, esponente di un Paese che è noto paladino dei diritti umani: ma per carità, pensi ai casi suoi, anzi se ha qualcosa contro Calderoli, potremmo mandarglielo in Libia così ne parlano vis à vis.... ;-))

Bruja ha detto...

Calderoli ministro?...dovremmo essere noi italiani i primi ad indignarci secondo me....e ho detto tutto su quello che penso del personaggio...
Buona settimana...:-)

L&F ha detto...

La storia è una ruota: nel 1904 gli italiani negli Stati Uniti erano il 4% degli immigrati e compivano il 46% dei reati. La mafia, la 'ndrangheta, la camorra le abbiamo esportate in tutto il mondo (grande merito) quindi credo che l'italiano dovrebbe essere l'ultimo a lamentarsi dell'immigrazione. PS. In Europa siamo il paese con meno immigrati tra quelli più sviluppati. Poi ci pensa la tv a bombardare le teste delle persone più semplici per poterle orientare al voto "esaltando" certe problematiche e nascondendone altre (ricordi gli albanesi? Saranno spariti...). Il tuo mi sembra un ragionamento un pò qualunquistico e "plastificato" derivante da modelli televisivi martellanti. Buona giornata.

L&F ha detto...

La storia è una ruota: nel 1904 gli italiani negli Stati Uniti erano il 4% degli immigrati e compivano il 46% dei reati. La mafia, la 'ndrangheta, la camorra le abbiamo esportate in tutto il mondo (grande merito) quindi credo che l'italiano dovrebbe essere l'ultimo a lamentarsi dell'immigrazione. PS. In Europa siamo il paese con meno immigrati tra quelli più sviluppati. Poi ci pensa la tv a bombardare le teste delle persone più semplici per poterle orientare al voto "esaltando" certe problematiche e nascondendone altre (ricordi gli albanesi? Saranno spariti...). Il tuo mi sembra un ragionamento un pò qualunquistico e "plastificato" derivante da modelli televisivi martellanti. Buona giornata.

L&F ha detto...

Dimenticavo: anche noi abbiamo interferito su qualche governo islamico, forse in modo un pò più pesante: Afghanistan, Iraq, Somalia, Palestina, Libano, devo continuare l'elenco? Non è forse ingerenza?

Kniendich ha detto...

Riri, lo sai che è costruttivo discutere così come facciamo noi.. :)

Gianluca, ok ti linko stasera... grazie..

Beh, regina, in linea di massima sono d'accordo con te... il problema è che l'islam sta avendo più tolleranza di quanto loro non abbiano con noi, e come la Fallaci diceva, a lungo andare le vittime saremo noi..

Bruja, certo Calderoli non è il massimo.. ma sono idee.. :)

L... a te ho già risposto sull'altro post... e tanto ti basta..

L&F ha detto...

Ripeto in questo post x correttezza: non ti ho offeso ma espresso un mia posizione civile argomentandola, fra persone civili ci si aspetterebbe altrettanto.
Buona serata.

L&F ha detto...

Resta sottointeso che l'ingerenza di Gheddafi jr non ha ragione d'essere. (dimenticanza)

JANAS ha detto...

Calderoli partorisce idee??? Kniendich vorrei guardarti nelle palle degli occhi mentre dici questo , per vedere se lo dici convinto!!
va bene, lo ammetto, non che la controparte sia molto meglio...( speriamo che in futuro, i reciproci stati siano governanti da chi le idee le partorisce con il dovuto raziocinio!)
per il resto, sarò miope ma io questa invasione in termini così gravi non la percepisco!
il fatto che nel loro paese siano più intolleranti non deve spingere noi a comportarci in modo simile, sarebbe una contraddizione....no? se io disapprovo un loro modo di essere come posso poi comportarmi con la loro stessa intolleranza?
io credo invece, che mostrandoci tolleranti...forse alcuni più anziani rimarranno legati alle loro tradizioni...ma i più giovani e i loro figli, alla fine finiranno per fare il confronto, fra il nostro modo di vivere più rispettoso delle libertà individuali e il loro, e credo proprio che alla fine, preferiranno il nostro!
Conosco musulmani che si sono adeguati al nostro modo di mangiare, vestire, li conosco e li frequento..magari ogni tanto cucinano anche il loro cibi tradizionali, ma non hanno questa chiusura che tu dici!

Kniendich ha detto...

C'è Janas, se ti guardi in giro la vedrai anche tu..
Una volta a Mazzara del Vallo, oramai di nazionalità araba, parlando con un marocchino difronte al mare che ci divide con l'Africa, mi disse queste testuali parole .. " E' questione di tempo.. ma un giorno saremo noi ad abitare quì e voi dovrete chiederci il permesso .. "
Tralasciando il fatto che per poco non lo mandavo a calci...in c** nel suo paese, ho collegato all'episodio, le parole scritte da una grande scrittrice come Oriana Fallaci, dalle cui idee mi sento in certo senso rappresentato, che prevede scenari apocalittici di invasioni musulmane dell'occidente, con conseguente sterminio dei cristiani ovunque nel mondo... beh ci credo e sai perchè.. ? Perchè l'11/09 è stato solo l'inizio ufficiale di una cortese invasione che con l'arma del vittimismo è in atto già da almeno 15 anni.
A Lampedusa si vedono scene maledette di clandestini che scappano ai controlli per spargersi come un virus in tutta Italia ed Europa, e certamente chi ha intenzione di non delinquere non si mette di sicuro contro lo stato che li ospita... piuttosto con un pò di pazienza e cortesia dopo aver seguito tutte le prassi previste, cerca nella legalità di costruirsi un futuro e guadagnarsi il rispetto del luogo..
Quello che vedo oggi, invece, è che ci ritroviamo a SUBIRE inermi (perchè se reagiamo siamo razzisti) le malefatte di chi stupra, ruba bambini, rapina e fa quant'altro in virtù del vittimismo di cui questa gentaglia gode e difesi dalla grande idea mastelliana dell'indulto..
Non che gli italiani non facciano le loro schifezze, intendiamoci... ma questi sono problemi interni nostri che risolveremo in casa nostra (finchè ci concederanno di averne una..)e nè Gheddafi Jr. ne chichhessia deve mettere il naso nei nostri affaracci.. piuttosto a chi non conviene ... via... non viene oppure vada via..

Ti sei mai chiesta perchè alle ultime elezioni a Lampedusa abbia vinto la LEGA??? Te lo sei mai chiesto? La risposta è semplice...ed è sotto gli occhi di tutti...
Io credo che in Italia stiamo iniziando a pagare il prezzo di un pietismo che dura da troppo tempo e questo è un meccanismo che hanno capito anche gli extracomunitari.. da noi si può delinquere come si vuole tanto poi ci sarà sempre qualcuno pronto a difenderli... non è giusto questo, noi abbiamo il diritto e dovere sacrosanto di difendere le nostre origini, tradizioni e anche e soprattutto le nostre CARNI..

A questo punto se Calderoli rappresenta in certo qual modo il sentimento seppur soffocato di una ribellione in atto ... ecco che lo condivido e se poi vengo tacciato di razzismo.. beh sono a disposizione..

...Tuttavia... ti abbraccio... :)

Cesco ha detto...

Passo da questo blog per caso, e mi capita sotto gli occhi questo post...
Diciamo che io sono dalla parte tollerante del paese, ovvero di chi ha un indole propensa a non considerare da dove venga una persona, penso che ci siano almeno un centinaio di errori di valutazione nel tuo post. In primis, il figlio di Gheddafi ha diritto di parlare contro Calderoli in quanto islamico e colpito da questo bieco individuo, che non stimo, che non stimerò mai e che se un giorno la mia strada dovesse incrociare la sua e mi dovesse guardare storto gli sputerei in faccia. Ovviamente, non stimo neanche i dittatori, ma questo è un altro argomento. In secondo luogo, quale sarebbe l'importanza di mantenere una popolazione principalmente italiana? Sinceramente la multietnicità non è nè un pericolo nè un degrado. In ultima analisi, la differenza tra pericolo sentito e pericolo reale è molto marcata. Il fatto che i giornali riportino, spesso anche parlandone per giorni, tutti i singoli casi di cronaca riguardante extracomunitari che si macchiano di crimini, non è ovviamente sufficente per poter parlare di emergenza criminalità, anche se lo scopo viene raggiunto, cioè di far credere alla gente che sia effettivamente così.
Ma d'altronde è tipico di chi sostiene le tue idee pensare che il loro inutile nazionalismo serva a qualcosa di buono e che il loro modo di vedere sia l'unico possibile.

Kniendich ha detto...

Cesco, ti dirò una cosa... non amo parlare di me stesso... tuttavia mi sembra idoneo puntualizzare che io NON mi formo le idee sulle parole scritte dei giornali, nè sulla base di quello che 100 persone dicono su un tema... piuttosto io se mi schiero da una parte ben definita, che nel mio caso è la destra estrema, non è perchè a quasi 40 anni mi sono accorto che questo fa più tendenza, ma è dai tempi di Almirante che sto dalla parte opposta alla tua.

Detto questo e chiuso il discorso, aperto giusto perchè magari credevi che io sono contro gli extracomunitari che si macchiano di crimini solo perchè i giornali lo riportano.. ti invito a rileggere e riflettere su quanto ho scritto a Janas, e inoltre ti racconto quanto mi è personalmente capitato a Mazzara del Vallo e che spesso mi è capitato di raccontare parlando con vari bloggers..

Siamo difronte al mare, amici di amici mi presenteno un marocchino, dichiaratamente islamico, e dopo una breve chiacchierata l'arabo esordisce così ... "Tanto è questione di tempo...ma prima o poi dovrete andarvene da quì e lasciarci il posto.. "
A parte i calci in culo che gli stavo dando.. ti sembra un discorso diplomatico questo??

Hai mai provato a vedere tua figlia in braccio alla prima rumena che tenta di portarti via il frutto della tua carne??
Cesco caro... il pietismo non porta nulla di buono se non la supremazia della vittima nei confronti di quello che viene definito carnefice... cioè noi..

Le nostre posizioni sono e rimarranno assolutamente opposte... ma obiettivamente Gheddafi Jr. farebbe meglio a pulirsi il suo c.. piuttosto che guardare il nostro..

Calderoli ??? Lo stimo parecchio... io lo avrei messo agli interni..

Buona serata..

Cesco ha detto...

Bravo, continua a dare retta a quel coglione di Calderoli, beati voi. Quando vi renderete conto che sono persone come noi, e il fatto che tu abbia conosciuto qualche deficente extracomunitario non trasforma in criminali tutti quelli che vengono in Italia? Ti dico solo una cosa: non capitate a tiro di chi non la pensa come voi, altrimenti calci nel culo ne prendete tanti, ma tanti tanti...

Kniendich ha detto...

Fino a prova contraria, Cesco, i calci nel culo fino a qualche giorno fa, li avete presi voi...
eheheh..
Se poi parliamo di parlamento.. altro che calci in culo vi hanno dato... l'Italia vi ha proprio cancellato..

ehehehe

Cesco ha detto...

Che bella la politica da stadio di calcio, vero? Lasciamo perdere, tanto, con i fascisti non si può ragionare.

Kniendich ha detto...

La politica da stadio?? Quella è vostra prerogativa, lanciate il sasso e nascondete la mano..

Lasciamo perdere, si... se vorrai discutere civilmente e senza calci nel culo sei sempre benvenuto.. altrimenti puoi sempre evitare il blog di un fascista..

Buona giornata..