domenica 28 ottobre 2007

I blog fanno paura.....

Non sono mai stato davvero dipendente dal mio blog, poi per ora che di tempo ne ho veramente molto poco, non saprei proprio come poter esserlo... Tuttavia quando mesi or sono mi imbarcai in questa avventura che solo dopo avrei additato come utilissima e necessaria, lo feci perchè intuii l'importanza che un blog ha a prescindere da fatto che esso riscuota un grande successo o meno.

Quello che è davvero straordinario di un blog è la possibilità di poter gestire la propria libertà di parola ed espressione in piena autonomia, senza cioè, dover chiedere niente a nessuno o dover far timbrare alcun documento a nessun funzionario, come invece accade giornalmente in questa povera nazione anche per comprare un uovo che non abbia particolari requisiti..... ecc.ecc. meglio se pagando inutili oboli vari.

Bene, dopo la "rivolta" Grillo, il significato del blog ha assunto importanza planetaria, è divenuto talmente importante e pericoloso che uno fra i godibilissimi esseri che affollano quel paese dei balocchi chiamato Parlamento, ha pensato bene di limitarne il potere distruttivo emanando un DDL che avrebbe imposto senza alcun appello, la registrazione obbligatoria al ROC dietro pagamento di una tassa e sotto la giurisdizione di un giornalista che avrebbe assunto le mansioni di "editore" al quale poi evidentemente addossare colpe varie e responsabilità di tutto ciò che veniva pubblicato sullo spazio web personale.... bella trovata, davvero !!! Complimenti !!

Mai nessuno aveva ancora avuto il potere di portare indietro le lancette della libertà a cento anni fa così come avrebbe fatto il protagonista di questa OTTIMA proposta se il DDL fosse stato preso in considerazione e approvato.

Abbiamo rischiato di fare un balzo indietro senza paragoni, di vedere la nostra libertà di parola sancita dalla nostra costituzione, talmente compromessa che riportare tutto all'ordine sarebbe stata davvero una grande impresa, senza contare che il paragone con la ex Germania dell'est o con paesi di tipo dittatoriale, sarebbe stato addirittura scontato; senza considerare poi, che in una Europa quasi all'avanguardia, gli italianucoli sarebbero stati proprio le pecore nere della situazione....

Fortunatamente, notizia di qualche giorno fa, grazie ad una proposta di Levi sottosegretario alla presidenza del consiglio, i blog di stampo personale sono stati esclusi dal DDL, ossia non avranno l'obbligo della registrazione al ROC, rendendo giustizia almeno per ora, al fondamento della buona democrazia: la libertà.Abbiamo comunque, rischiato grosso, sarebbe andata a finire come nei passati regimi comunisti o peggio come in Birmania, con un rischio di rivoluzioni altissimo, che sarebbero poi in un modo o nell'altro sfociati in repressioni.
La verità è anche che attualmente nessuno di noi si sente davvero libero di esprimere le proprie opinioni che anche se diffamanti, sarebbero comunque espressione di concetti estremamente personali e in quanto tali da rispettare; non siamo liberi di parlare se non senza rischiare feroci controlli o addirittura la galera, il tutto per non ledere in alcun modo le malefatte di .... persone potenti che decidono per il paese senza considerare le reali esigenze dei cittadini....



NON SAREBBE STATO GIUSTO !!!!



Anche questa è l'ennesima pagliacciata di una Italia che ... è meglio perdere che viverci....

16 commenti:

orchideablu ha detto...

Mi chiedevo come mai ancora non avessi scritto niente in merito e stasera entrando nel tuo salotto...pafff! Ecco il post ben fatto.
Lo sai no che io un giornalista di fiducia l'avevo già trovato ( Rob ), mi mancava la società editrice ( che poteva essere la tua !)..:-D ed ero in linea cn le richieste del DDL...
Bè sarebbe stato andare incontro alla Costituzione, no? Che paese libero sarebbe stato? Però già il fatto che ci abbiano in qualche modo provato lascia pensare.
Io un consiglio lo avrei da dare... si concentrassero su problemi più importanti, tipo la povertà che incombe sul paese...qualche soluzione magari ...sarebbe gradita da tutti.
Ciao tesoro, un bacio...

Kniendich ha detto...

Si, Orchidea, avevo letto che la tua scelta era caduta su Rob... eventualmente.. anche se sotto sotto speravo che il DDL passasse, per poter avere una scusa pronta per una rivoluzione...

Un bacio

Grissino ha detto...

La rivoluzione? E poi? Quando sei a capo dell'Italia tocca a te risolvere i casini che han fatto gli altri eh eh eh.
:-P
Non credo accetterei mai la carica di Presidente della Repubblica...

Kniendich ha detto...

@Grissino: beh, intanto una rivoluzione a prescindere dai motivi, oggi come oggi ci starebbe proprio bene... di spunti ce ne sono talmente tanti che non si saprebbe da quale cominciare..

Poi se avessi la possibilità di autoincoronarmi... magari ti eleggerei come vice ... almeno divideremmo tutto a metà, anche i problemi...

Angie ha detto...

Sapevo sarebbe andata a finire così..sono comunque meno pessimista di te..voglio dire..questa Terra è fatta e dovrà essere fatta da gente perbene..non pensare di andartene eh!!!
;-D

Anathea ha detto...

Infatti, hai perfettamente ragione! Io invece sono ormai completamente blog-assuefatta e non saprei proprio come farne a meno... Bene comunque, per ora l'abbiamo scampata!

Buona giornata
A.

Dani ha detto...

io non ho parole...come si può solo meditare di vincolare un pensiero libero a regole e censure...siamo proprio alla frutta....creano comunque il precedente di un idea...tempo al tempo...questa "italietta"mi va sempre più stretta....
cè scappata puro la rima
e io me andrò
per non rimanere come prima...
tiè...
ciao Knien...
grazie di dare eco a notiscie che strisciano come bisce...
barolo docet...

Il Mari ha detto...

Già il fatto stesso che qualcono ha pensato una cosa del genere è GRAVE.
Per me hai perfettamente ragione, io non mi sento tranquillo di scrivere ciò che voglio nel mio blog.
Pessimista!!!
No, realista.

Alla fine nel mio blog scrivo di mattoni e malta, a parte un po' di rumore e polvere del cantiere, altri danni non ne faccio.
Ma mi rendo sempre più conto che tramite i blog si riesce a trasmettere sensazioni, pensieri, emozioni, idee e ideali.
Un bel modo di comunicare liberamente.

ELLE ha detto...

Già...abbiamo rischiato grosso! Ci avrebbero limitato anche l'unica voce che ci rimaneva...alla faccia della democrazia e della libertà...in certe cose ti do proprio ragione: è un Italia che lascia molto a desiderare :( Un abbraccio

Kniendich ha detto...

@Angie: Grazie per la tua fiducia... relativamente alla persona perbene... ma credo proprio che "il mio posto è altrove.." parafrasando le parole di una nota canzone... ciao cara..

@Anathea: La tua assuefazione ci fa molto piacere, viste le splendide parole che ci riservi sul tuo blog, pressocchè giornalmente.. Grazie ...

@Dani: Un buon Barolo è l'ideale per passare una serata... non abusarne, mi raccomando... grazie anche a te per esserci...

@Mari: Senza false ipocrisie, credo di poter affermare che se il tuo blog non ci fosse .. bisognerebbe inventarlo... non ho mai visto nessuno parlare di malta con la tua grazia...
Per la libertà... purtroppo so di aver ragione... e mi struggo...

@Elle: Si, l'Italia è bella geograficamente ma lascia molto a desiderare... non è vivibile... l'importante comunque è essere solidali almeno tra di noi...

Baci a tutti e scusate se ultimamente non sono stato molto presente... grazie a tutti...

Bruja ha detto...

Credo che comunque sia molto meglio stare con le orecchie ben aperte...chissà perchè non mi fido mica poi tanto delle parole dei politici....:-(

orchideablu ha detto...

Ti perdoniamo per la tua poca presenza :-D ...
Buna domenica... riposati... :-)
Bacione...

Il Mari ha detto...

Grazie Kniendich,
sei sempre un signore.
Ti auguro una splendida settimana.
A presto.

rob ha detto...

Carissimo, torno alla rete dopo un po' di tempo e mi rendo conto anch'io che mi manca qualcosa.
La libertà di espressione.
In effetti una frase fatta, retorica se vogliamo, ma che grazie alla rete è diventata una cosa concreta, fattibile, realizzata. E' per questo che fa paura ai potenti, a chi detiene il potere in barba a tutti i principi democratici, etici e di giustizia.
Tuttavia credo che le speranze anche per questa Italia non dobbiamo perderle, proprio grazie alla possibilità che ci è data di dire le nostre cazzate, che sono poi tanti piccoli mattoncini (come direbbe Mari) per difendere la libertà...
Grazie Kniendich, non mollare mi raccomando!

Elle ha detto...

so che sei impegnatissimo...però ti penso! Bacione e lavora poco dai...che ti stanchi! :(

Kniendich ha detto...

@Bruja: Grazie per la graditissima visita... concordo pienamente con te, anche io ho la sensazione che non sia finita quì...

A presto..

@Orchidea: Grazie, sapevo di poter contare sulla tua considerazione... ma tornerò... vedrai..
Baci

@Il Mari: Grazie a te e buona settimana lavorativa...

@Rob: Grande piacere ritrovarti...
certo, spesso è dura non perdere la speranza, specialmente quando si vedono timidi tentativi di rinascita bloccati sul nascere... ma si va avanti, si deve..

@Elle: Carissima, grazie per pensarmi... mi fanno bene queste cose...

Baci...