venerdì 12 ottobre 2007

Il meme più liberatorio..

Sinceramente sono lusingato di essere stato nominato da Il Mari per questo ennesimo meme che potrebbe avere un non so chè di polemico più degli altri... infatti il tema selezionato è quello della differenza tra i paesi esteri e l'Italia, o meglio cosa apprezzo dell'estero e cosa dell'Italia, comprendendo i lati negativi...beh ragazzi, non prendetevela...ma vi preannuncio che le mie risposte saranno proprio di parte, e non escludo polemiche varie che comunque saranno bene accette...

Bando alle ciance, ecco come la penso :


Cosa mi piace dell'estero:
Il rispetto per la comunità, per le regole e per l'ambiente;

Il cibo quello con le salsette e la colazione internazionale;

Il criticare sempre l'Italia per le sue uscite fuori luogo...è giusto farlo;

La diversità delle lingue;

Il potere delle metropoli di farti sentire straniero... amo sentirmi straniero all'estero.

Cosa non mi piace dell'estero:
La tolleranza verso paesi come l'Italia, specie nella politica economica;

La voglia di mangiare italiano;

L'attenzione turistica verso la Sicilia;

I turisti italiani..(cerco sempre di non far capire da dove vengo...soprattutto con italiani)

Le tasse per entrare al centro;

Cosa amo dell'Italia:

Mi dispiace ma a questa domanda non so proprio cosa rispondere... non trovo nulla di positivo...

Cosa odio dell'Italia:
La politica, il calcio, i negozi aperti la domenica con le strade incasinate;

Il menefreghismo, la stanchezza congenita, le troppe pause da mezz'ora l'una negli uffici pubblici, la maleducazione....;

Le strade fanno piangere pur pagandole, le autostrade si pagano care e sono sempre intasate, le tasse più alte d'Europa, i costi dell'energia più cari d'Europa, i costi della politica più cari d'Europa, la malasanità che uccide gente innocente;

La giustizia troppo tollerante, la prepotenza degli immigrati, il non voler far nulla per alleviare le sofferenze sociali della gente che lavora (non ci sono servizi degni di questo nome);

Il clima da eterna primavera (se mi va il sole al limite lo cerco io... ), il mare sporco spacciato per cristallino, la Sicilia, i palermitani e il loro dialetto, la furbizia stradale tipo passo io perchè sono più forte, il lavoro sottopagato, la sporcizia...Napoli è sommersa dall'immondizia, i furti... vieni a Catania alla stazione centrale...poi mi saprai dire, la povertà della gente che non arriva a fine mese, i prezzi che aumentano a dismisura per commercianti senza scrupoli, i rumori fino alle 3 del mattino, i motorini truccati che passano indisturbati davanti alle pattuglie....

Bene, ringrazio Il Mari per avermi dato la possibilità di esprimere la mia opinione su un tema così particolare, anche se ovviamente la lista delle cose che odio di questa nazione sarebbe mooooolto più lunga... ma per decenza mi fermo quì e passo alle nominations :

Angie

Anathea

se vorranno potranno rispondere a questo meme.... io a questo punto credo di aver finito.... un saluto a tutti...

P.s. a chi si domanda "perchè sto quì.... rispondo... ubi major, minor cessat..." a suo tempo vivrò altrove....aspettare non significa necessariamente NON dover criticare ciò che va male.... o no?

45 commenti:

Grissino ha detto...

Ehi, ma sei stato terribile! :-P
Ma dai, non ci credo che non ti piaccia la Cassata oppure il Parmigiano o il Pesto o una selezione di formaggi piemontesi. Per le cose da mangiare l'Italia è un ottimo produttore. Anche qui e in Francia e Germania ci sono cose ottime ma DIVERSE. Io l'Italia la salverei sicuramente per le specialità alimentari. Mica devi viverci per mangiare le sue delizie! Per i lati negativi, accidenti, me ne ero dimenticati un pò!! Ma evidentemente scordo velocemente o sono molto tollerante più di quello che la gente dice sempre.
:-P

orchideablu ha detto...

Si sente che hai dato il massimo per esprimere il tuo disappunto sull'Italia... e tu che pensavi che il meme non ti sarebbe arrivato èèè?!

Un bacio e buona giornata :-)
P.s...Spero che il mio augurio del bacio e della buona giornata sia apprezzato o vedi nero anche quello?!
:-DDD
Vedi tutto nero...nessuno spiraglio...aiuto... nero...tutto nero...Di nome che fai? Nerone? e di cognome ? Nerino?..Aiuto... e magari ti vesti di nero ...e poi mangi il risotto alle seppie così pure il sorriso ti diventa nero...
Ecco perchè NERO... mahhh...:-)

So già la tua risposta...

Il Mari ha detto...

Uhhh signur....!!!!!
O_o
Che risveglio questa mattina!
Caspita le mie nomination sono state fatte in maniera ragiona, ovvero mi piaceva leggere le vostre opinioni, che sapevo essere assolutamente critiche nei confronti dell'Italia e benevole verso il resto del mondo, o meglio... più probabilmente solo verso il Nord Europa e Stati Uniti eh eh eh...
Grazie Grissy per il commento precedente, non credo che in Italia non ci sia niente da salvare, in fondo come scrive Kniendich all'estero sono attratti turisticamente verso la Sicilia, ma non solo... Toscana, Roma, Venezia, Jesolo, Lago di Garda, e molti altri luoghi, cibi, climi, e stile di vita italiani.
Certo che adoro anch'io la colazione alla tedesca, con salsiccia e caffè-latte la mattina (la trovo ottima) e odio i turisti italiani all'estero (cerco sempre di mimetizzarmi o... sparire).

Kniendich da quello che leggo è evidente che se trovassi qualcosa all'estero, te ne andresti immediatamente, e ti auguro di cuore che tu lo possa trovare.
Io rispetto le opinioni altrui, soprattutto se danno spazio ad un confronto.
Permettimi di dirti che non approvo "Ubi major, minor cessat" anche se nella logica della sopravvivenza quotidiana, ognuno di noi è costretto a subire questo detto.

Un saluto e buona giornata.

Kniendich ha detto...

@Grissino: Gradisco alcune pietanze...pizza, espresso ecc.. ma... il problema è che non vedo questo come un lato positivo se poi per doverne usufruire sei costretto a vivere male.... ossia non mi interessano i pochi lati positivi se quelli negativi sono atroci...

@Orchideuzza: Sul mio pessimismo ho fatto un post... io non lo reputo vero pessimismo..ne vedo tutto nero... piuttosto te la sentiresti di confutare tutto o parte di quello che ho elencato come negativo? Essere ottimisti non è sempre positivo... forse un paio di problemi in Italia si sarebbe potuto risolvere con un pò di pessimismo in più...

Ti bacio come sempre... e ti regalo un sorriso ...


@Il Mari:Carissimo, noto con piacere che tutto sommato non ti ho deluso ;)... sai, il motivo per cui sono tornato è strettamente legato a fattori di ... patrimonio familiare da gestire.... in più la moglie esercita una professione quì ... e via dicendo.... quindi ubi maior minor cessat... rimando il tutto a dopo...
Tra l'altro, non dovrei neanche attendere di trovare qualcosa, perchè tra amicizie ed esperienze maturate, lavorerei immediatamente... sta prevalendo la mia razionalità, ma la vecchiaia la farò altrove...sicuramente...

Ti abbraccio..

Angie ha detto...

Carissimo..questa è la Terza..e dico Terza nomination che abbiamo ricevuto per questo Meme... ;-)
Non possiamo sfuggire..prima o poi adempiremo al nostro dovere stanne certo..per ora..un abbraccione!
:-)

Angie ha detto...

P.S
Grazie mille per il Link..la mia collega Apple se ne occupa personalmente..quindi un po' di pazienza e ti linkiamo!!!

Kniendich ha detto...

Angie cara, è un piacere... grazie per accettare il meme... fa con calma non c'è premura... a presto..

Saluti ad Apple ...

Il Mari ha detto...

Non mi hai deluso affatto!

Scusa Kniendich, non conoscevo le motivazioni e ora capisco.
Non approvo il detto perché mi sa di costrizione, (prendi questa parola con leggerezza) di servilismo, purtroppo come ho già scritto ognuno di noi alla fine è costretto ad ubbedire... o meglio come dici tu a far prevalere la razionalità.

Ora ti confido che prima di arrivare a Torino, anch'io volevo fuggire dall'Italia. Avrei voluto fare un'esperienza all'estero. Le mie mete erano gli Stati Uniti o la Germania. Ho poi convissuto con queste realtà lavorando in una multinazionale. Il tempo mi ha fatto poi desistere da questo mio sogno.
Ma non è detto che un giorno possa ancora avverarsi.

Grissino ha detto...

Ma Kniendich, qui si parlava di COSE CHE AMI. E io il Pamigiano lo amo!! E per mangiarlo mica devo restare in Italia. Quindi lo elenco nelle cose che amo dell'Italia e me lo mangio qui a Vienna!
:-P

Dama Verde ha detto...

Secondo me, ma soprattutto perché ho un amico in Sicilia che ogni tanto mi relaziona, vivere lì è difficile più che in altre regioni italiane.
Kniendick, ricordati "Il Gattopardo" di Tomasi da Lampedusa ....

@Grissino, tu sei invidiabile, sai che delizia vivere a Vienna, in Austria in generale!
Fra l'altro ci si mangia benissimo :))

orchideablu ha detto...

Kniendicuzzo certo qualcosina in più si poteva magari fare e risolvere però in fin dei conti in Italia ci lavori, vuoi per causa e forza maggiore, vuoi per quello che è, e allora non avendo elencato neanche un 'ombra di cosa positiva non è come sputare nel piatto in cui mangi???
Vuoi dire che non c'è cosa o neanche una persona che ti piace? Allora non ti piacciamo neanche noi che entriamo nel tuo blog a commentare ... :-((((( sig ! sig! :-(
P.s. Io sono positiva , che ci vuoi fare, la speranza è l'ultima a morire per me...le cose negative le vedo anch'io ma almeno salviamo il salvabile no ?
Ho capito...no!
Credi che l'America non abbia problemi?...bella la guerra no? bello vedere i bambini che giocano in mezzo alle bombe!!bella la violenza e l'alto tasso di criminalità no?Pensi che non ci sia droga , alcolismo, strade intasate ecc...? Interessi economici ?
Ho preso l'America a caso...guardiamo i paesi poveri e sottosviluppati? Si vive bene li?
Potrei continuare...
Ora , per carità, L'Italia avrà i suoi difetti e tanti, nessuno lo mette in dubbio ma ogni paese li ha... Altrimenti non si spiegherebbe perchè tanti immigrati, o reputi tutti stupidi quelli che arrivano da noi per farsi una vita migliore?
Io dico solo una cosa...non bisogna fare di tutta un'erba un fascio... ma è solo un mio pensiero, un'insignificante pensiero lo so ma è pur sempre un pensiero.
Ciao, un bacio a te...e un sorriso :-)

Kniendich ha detto...

@Il Mari: So di essere duro nelle mie esternazioni verso l'Italia, ma sono sicuro che tu stai cominciando a capirmi...del resto la confidenza che mi hai fatto e per la quale ti ringrazio, lascia presupporre un malcontento di fondo...quindi presumo che fra 30 anni ci incontreremo felici in qualche paese lontano nel pianeta...

@Grissino: Si, infatti...io non riesco ad AMARE l'espresso, o il parmigiano per quanto mi piacciono, se poi tutto il contorno non mi soddisfa...riesci a capirmi? Certo mi piace il cibo...la cucina mediterranea ecc.ecc ma non li trovo talmente attraenti da poter dire e affermare che ci sono alcune cose che mi piacciono dell'Italia...capisco che non è facile il mio concetto...ma proprio è il mio (giusto o sbagliato) modo di essere e soprattutto di provare...

@Cara Dama Verde...conosco bene il Gattopardo...tanto da poter vedere nel Principe Fabrizio una forte delusione verso gli ultimi anni della sua vita...delusione perchè avvertiva che i tempi stavano cambiando...ma non positivamente..

@Orchidea: Il tuo discorso è più semplice da accettare perchè in certo qual modo ... è il pensiero di qualunque italiano.... il mio no.. è particolarmente intricato...

E' chiaro che non posso accettare le guerre che uccidono e martirizzano bambini e popolazioni inermi...che vuoi dire... quì si sta parlando del fatto che io non riesco a vedere lati positivi nella nazione ove sono nato e dove abito... chiaramente le altre nazioni hanno i suoi difetti, è ovvio... ma non venirmi a dire che guerre a parte , negli altri paesi europei si sta peggio... ti ricordo che Francia, Germania, Svezia, Inghilterra stanno superando le varie crisi a grandi passi.... che facciamo noi? Vuoi mettere a paragone la voglia di migliorarsi ad esempio dell'Inghilterra nei confronti della violenza negli stadi? Sembra che da loro non sia mai esistita... e quì? Noi cara Orchidea, non vogliamo cambiare, ci basta avere sky per essere felici, o un pupone che tira un rigore...poi tutto il resto rimane... e poi...hai preso a paragone l'America... perchè non guardi l'Australia? cosa puoi dire che hanno loro peggio di noi? Io semplicemente NON SOPPORTO di dover far finta di nulla e accontwentarmi di una fetta di pizza quando le cose importanti della società vengono meno ogni giorno... puoi negarlo? Gli immigrati...certo che sono stupidi, perchè se andassero in Spagna troverebbero lavoro meglio di quì, o in Germania addirittura ci sono extracomunitari che vivono solo di sussidi per figli, disoccupazione ecc ecc e si portano a casa 2000 euro senza lavorare... abbiamo noi uno stato sociale del genere? Sono stupidi a fare la fame quì da noi o no?

Con l'affetto di sempre, cara Orchidea, ti dico che per quanto riguarda la tua frase "Allora non ti piacciamo neanche noi che entriamo nel tuo blog a commentare ... :-((((( sig ! sig! :-( " hai proprio detto una stupidaggine enorme... non credo di averlo dimostrato nel corso di questi mesi... o sbaglio?

Il Mari ha detto...

Scrivi di sapere di essere duro nelle tue esternazioni! In effetti lo avevo notato, ma le tue esternazioni sono sensate.
Ci incontreremo in qualsiasi angolo del globo!
Tutto può essere, non lo scarto ne lo cerco con fermezza. Diciamo che come è successo a te, gli anni mi hanno fatto smussare molti spigoli, spigoli che purtroppo diventano sempre più acuti e taglienti.
Le esperienze vissute mi hanno insegnato che nella vita c'è solo una cosa certa... nel frattempo tutto può accedere.

Quello che mi ha subito colpito di te è la frase che hai scritto nel tuo profilo. Anch'io mi sento cittadino del mondo, c'è solo una differenza, sono nato in Italia e mi sento italiano, quello che sono lo devo anche a questo paese, alla terra dove sono cresciuto, ai miei genitori. Potrei vivere in qualsiasi paese civile del globo, ma mi sentirei sempre un po' italiano.
Con questo non voglio criticare le tue idee, anzi. Ripeto a me piace il dialogo, il confronto e non mi piace giudicare nessuno.

Lo stesso vale anche per Grissino, la sua scelta di trasferirsi all'estero mi ha fatto rivivere quei momenti in cui anch'io lo volevo fare, poi ho preso un'altro treno.

Insomma voi due avete una parte di me che non è riuscita ad uscire, forse perché sono un moderato.

Spero che questo venga letto anche da Grissino, e che serva a spiegarvi perché ho scelto proprio voi.

Buona Domenica.

Kniendich ha detto...

#Il Mari: So cosa intendi, anche io ho cercato di restare italiano almeno infondo a me stesso...ma all'età di 28 anni per particolari situazioni ed esperienze...mi sono ritrovato a fare il punto della mia vita fino ad allora, ho rivissuto come in un film tutto ciò che precedentemente mi era successo, compreso il rapporto non proprio idilliaco con i miei genitori...le occasioni mancate, i rifiuti ricevuti e le scelte obbligate da me fatte come conseguenza di una società molto particolare, dove ad esempio se non hai la raccomandazione non sei nessuno.... bene, caro Mari, a quel punto mi sono trovato a Francoforte, senza problemi economici, stanco ma pienamente soddisfatto, così come non mi era mai successo in 26 anni passati in Italia... insomma avevo ricevuto di più dalla Germania, che dalla mia "patria" sia umanamente, che socialmente, che economicamente... ecco perchè non mi sento italiano, ma cittadino della nazione che mi fa sentire bene.... io mi sento tedesco, ad esempio... potrò sentirmi australiano fra decenni quando riuscirò ad andare lì per qualche anno, come sto pianificando....sempre che quella nazione riesca a sentirla intimamente appartenente... oppure Americano... perchè dunque limitarsi ad appartenere solo e per sempre alla nazione dove si è nati e cresciuti? E' una forma di limitazione dell'anima che non giustifico assolutamente...

Scusa se ti ho tediato con i miei discorsi, mi ha fatto piacere parlarne, accetto volentieri le critiche se costruttive e ti ringrazio per avermene dato la possibilità...

Buona domenica a te..

Il Mari ha detto...

Non mi hai tediato, mi hai aiutato a capire.
Io odio l'ipocrisia e amo il dialogo.
A presto.

orchideablu ha detto...

quella dei bloggher che entrano a commentare era una provocazione:-DDDD
un bacio , dai lo sai che mi piace stuzzicarti...dovresti conoscermi ormai...ma abbocchi sempre :-DDDD

Kniendich ha detto...

@Il Mari: grazie ...

@Orchidea: mi piace essere stuzzicato, soprattutto perchè poi do QUASI il meglio di me...

P.s. ...lo sai che ti voglio bene...

Blue Rose ha detto...

Caro Kniendich, eccomi !
Uh...e che post mi trovo...
Io avevo letto il tuo profilo, e avrei voluto dirti in precedenza parecchie cose... per esempio che io non ho nulla che mi leghi particolarmente qui, e che da tanto tempo progetto di trasferirmi altrove, è un sogno mio, che da tanto spero di realizzare un giorno, aprire un'attività mia all'estero, trasferirmi definitivamente. Da tempo so anche dove vorrei andare, in Irlanda.
L'Italia ha un grande patrimonio: quello che ci hanno lasciato gli antichi, e parlo dell'Arte, che qui si è stratificata per secoli, millenni... ma che purtroppo sembra più apprezzata dagli stranieri che dagli italiani: ci sono luoghi che sono stati elevati a "patrimonio dell'umanità" (solo per restare in tema di Sicilia, un esempio: la città di NOTO), ma che gli italiani lasciano nell'incuria, purtroppo.
Che dirti, che ti può dire una che come me non ha il senso dell'appartenenza in assoluto ? Non mi sento di appartenere ad alcuna religione, né a un credo politico, non riesco ad abbracciare in toto alcuna filosofia o stile di vita, o stile alimentare, o qualsiasi altra cosa possa passare per la testa: per anni l'ho considerata un'anomalia mia. L'unica cosa che mi ha fatto sentire di "appartenere" è stato l'amore, quando, per anni, ho avuto un compagno ed ero innamorata, mi sentivo "a casa" con lui, credo sia stata l'unica volta in vita mia.
Oddio che confessione. Invio il commento prima che me ne penta...avrai notato che non dico mai niente di me... e per questo spero tanto che non mi arrivi MAI un Meme: sarei costretta a rifiutarmi, perché sono così, non ce la farei...proprio no, non amo le "catene".
Grazie di tutto, compreso quel che hai scritto da me :)
Baci,
Blue Rose

Blue Rose ha detto...

PS- Lo so che probabilmente mi sentirei straniera ovunque (a parte sentirmi "a casa" con un uomo che amo, spero che accada ancora, e può accadere in ogni luogo della terra), non credo che potrei mai abbracciare in assoluto nemmeno una "cittadinanza", ma vedi...ci sono abituata, la cosa non mi preoccupa ormai. E per il mio non aderire in assoluto a fedi o idee, filosofie, ecc..., è perché sono impregnata fino alle ossa dalla caratteristica di pensare esclusivamente con la mia testa, di fare esclusivamente quel che il mio pensiero mi dice, non il pensiero di qualcun altro... Purtroppo (per fortuna?) è il mio carattere... è una via impervia...
Di nuovo un saluto :)
Blue Rose

orchideablu ha detto...

Il fatto è che sei due persone in una...ha ha ha ...quando commenti da me, sei dolce e romantico...e un pò ruffiano...quando scrivi nel tuo blog dai giù di brutto!!! Poi rispondi ai commenti in modo un pò più tollerante...:-DDDD
Ti scioglierò...prima o poi... :-DDD
Già mi hai messo il sole nella c-boxina...domani pioverà! :-DDDDD
Bacino....

Carmen ha detto...

non so come sia possibile ma hai centrato con le risposte del tuo meme la mia idea su questo paese, io vivo a Napoli e sono arcistufa di vivere in una pattumiera perenne , perchè i politici non fanno altro che pensare ai cavoli e verdure affine proprie e lasciare noi come concimi di questa terra, mi vengono a dire "dove trovi il mare i monti la città così bella" la trovo la trovo.
io ci vivo ma vorrei scappare via.

Grissino ha detto...

Grissino SEMPRE PRESENTE Mari!
:-P

Io vorrei dire che si vive una volta sola e bisogna vivere al meglio. Questo significa fare una classifica di cosa è importante per noi. Ci va bene la pizza con la pummarola. Allora Napoli è perfetta. Viviamo per il calcio? L'Italia è perfetta. Vogliamo meno delinquenza, trasporti e poste che funzionano, poca burocrazia? L'Italia non va bene.

Quanto al sentirsi italiani o meno... cosa significa? Non so se sono mai stato italiano. La sola cosa che posso dire è che quando sono andato a Bolzano, mi sentivo "a casa mia". Questa sensazione la posso capire benissimo. Ma se è questo "essere italiani", allora non mi sento italiano perchè l'unica cosa che "sento di casa" dell'Italia è la lingua visto che l'ho parlata per 35 anni. Ma per il resto potrei essere di casa anche qui. Quando ti trovi bene in un posto, quello è il tuo essere e non quello di nascita.

Kniendich ha detto...

@Blue Rose: Ciao Blue Rose e buona domenica... mi trovi d'accordo con tutto quello che hai scritto, in fin dei conti è proprio lo spirito della mia "filosofia" (parolone...infatti l'ho virgolettata...) quello da te inteso e che con piacere noto essere anche un tuo modo di affrontare la vita, il presente. Giusta la tua bella osservazione che ti vede appartenente per amore, l'unica vera cosa che fa sentire a casa ovunque con il/la propria/o amata/o...
Sicuramente dell'Italia apprezzo la cultura e credo che nessuna nazione al mondo possa competere in questo campo, ma ho voluto essere volutamente polemico e non l'ho inserita tra le cose che amerei dell'Italia proprio perchè come giustamente tu dici, ad esempio la cattedrale di Noto è abbandonata a se stessa pur essendo patrimonio dell'umanità... questo è quello che volevo sottolineare... cioè che i nostri patrimoni culturali alla fine sono gestiti da italiani e come tutto quello che passa dalle ..loro.. mani svilisce e perde di significato.... sono stato recentemente alle Canarie dove non hanno nulla di monumentale o storico da vedere o offrire ai turisti...ma se vedessi come riescono a valorizzare una semplice (seppur stupenda..) spiaggia.. rimarresti esterefatta, come sono rimasto io... e pensavo se avessero avuto tutto quello che abbiamo noi sarebbero venuti pure da Marte a visitarli....
Grazie a te per la visita... a presto...

@Orchidea: Vero anche questo... però sul tuo blog sei così brava a creare quelle atmosfere romantiche che non posso fare a meno di adeguarmi... e poi una volta che ho risposto duramente sul blog dell'amico Rob, lo sai cosa è successo.... sul mio blog mi assumo tutte le responsabilità delle mie parole.... io ce l'ho con l'Italia... non con voi...

Dai... ti regalo un sorriso... lo accetti? baci..

@Carmen: Si Carmen, infatti, è proprio la sensazione che provo io quando mi dicono "ahh bella la Sicilia, te sei fortunato a viverci.." rispondo sempre... vieni a fare la coda di 3 ore alla posta per pagare le bollette o cammina con la macchina per le strade poi mi saprai dire chi è il fortunato... hai tutta la mia comprensione Napoli è difficile da vivere...
Grazie e buona domenica..

@Grissino: Ciao anche a te Grissino... trovo estremamente limitativo appartenere ad una nazione....ed ero sicuro che anche tu avresti infine provato sensazioni del genere... del resto ti leggo assolutamente ben integrato nella "tua" Austria di adozione, io dal mio canto ti ho sempre visto come austriaco, non italiano.... ovviamente è il più bel complimento che potessi farti, non credi? Buona domenica...

Grissino ha detto...

Sì. L'unica cosa che mi angoscia è il lavoro (trovarlo al più presto).
:-/
Il resto proprio mi sta benissimo e son contentissimo!!

Kniendich ha detto...

Grissino... sono sicuro che troverai un lavoro quanto prima, ci vuole pazienza, e una buona dose di lingua ben parlata... tu sei nel campo informatico se non ricordo male, vero ? Intanto sta per arrivare Halloween...goditelo e abbi costanza...

In bocca al lupo...

Sergio ha detto...

riguardo al mio ultimo post sono d'accordo con te al 99%. Sappi che insieme ad altri amici blogger siamo riusciti anche a far chiudere un blog pedofilo del sud america. Massima attenzione quindi e massimo impegno, ma opponiamoci ad ogni forma di isteria.

Kniendich ha detto...

Bella soddisfazione, Sergio... davvero complimenti... d'accordo comunque sulle isterie.... blog interessante il tuo...

Buona serata..

Elle ha detto...

Ma non ti piace proprio niente dell'Italia?...Neppure qualche italiana?
Bacione, dai che scherzo.
PS= Vedo Orchidea nei commenti a lato ti ha inviato uno "struccotto"...beh uno anche da parte mia!!
PS: non è niente di proibito ;) è solo o un'abbraccio stretto stretto o un "pizzicotto" affettuoso (almeno io la sapevo così)

Kniendich ha detto...

@Elle: le italiane? Si sono belle donne...nessuno può metterlo in dubbio...

Grazie per lo struccotto...
Baci e buona serata...

Regina Madry ha detto...

Ma dai, K.! non è veramente possibile che tu non trovi qualcosa di buono in Italia; pur condividendo alcune tue critiche e pensando che sia giusto, in certi temi, essere radicali, credo sia impossibile non vedere le cose positive...vorresti vivere in USA, senza sanità pubblica e tutela della maternità zero? vorresti cibarti di salsette (?) per sempre? e davvero non vorresti il clima mite del nostro paese? quanto al mare...vieni a fare un giro in Sardegna, dove trovarlo sporco è davvero difficile!

Kniendich ha detto...

@Regina Madry: Cara Regina, benvenuta ...
No, non trovo nulla di positivo, quì... vorrei vivere ovunque, ma non quì... anche se gli USA sono un mio ancestrale amore... vorrei cibarmi anche di salsette, e se volessi il sole 365 giorni al giorno lo vorrei cercare io, così mi viene imposto e davvero non lo sopporto... che altro? Dammi tu qualche lato positivo, escludendo cibo, sole, mare, calcio, e quant'altro comunque NON aiuta a vivere meglio...

P.S. sai qual'è la differenza tra la sanità americana e quella italiana? ... quella americana tutela solo chi lavora (che poi non è del tutto vero..) ma pochi muoiono a causa di essa... quella italiana "tutela" tutti, ma muoiono moltissime persone, soprattutto quelli che pagano... e non dirmi che oggi in questa "meravigliosa" nazione del c... non si muore per una banalissima appendicite...

Con affetto, cara Regina...

Dani ha detto...

...ho girato parecchi per l'Europa e il mondo,ho vissuto all'estero,ora sono in Italia,non mi piace,incompatibilità ambientale,stringo i denti sperando di andarmene prima o poi...
ciao Kniendich,scopro sempre più affinità con te.
a presto

Kniendich ha detto...

@Dani: Dani carissimo, mi lusinga l'aver affinità con un artista del tuo calibro... tuttavia credo che chi havissuto all'estero o solo viaggiato per il mondo, come noi e tanta altra gente, riconosce delle incompatibilità a "relazionarsi" con la nostra nazione... è una sorta di mal di libertà che prende come una nostalgia ... e non va via fino a che non ... "ci si porta via"... so che riesci a capirmi...

Un caro abbraccio..

rob ha detto...

Ciao Carissimo Kniendich,
stamani sono riuscito finalmente a leggere il tuo post.
Mi sembra ben ponderato ed anche abbastanza condivisibile per le cose che ormai andiamo dicendo da mesi, se non da anni.
Ora se ne sta accorgendo anche la cd. intellighenzia culturale italiana.
Sul corriere della sera di Giovedì 11 ottobre c'era un articolo di Severgnini sul futuro dell'Italia e lunedì 15 Francesco Alberoni, sempre sul corriere in prima pagina, consigliava i giovani ad espatriare per stare bene e venire premiati dal merito.
Io credo che coloro che, come noi, vituperano l'Italia e gli italiani per i loro vizi maledetti siano poi i più italiani di tutti.
Voglio dire che siamo gente che vuole scappare via perché sappiamo come potrebbe essere bello vivere in un Italia diversa, sappiamo cosa si dovrebbe fare per fare diventare il nostro paese un Paese normale (come diceva qualcuno) ed invece non si fa, sappiamo che forse ormai non c'è più niente da fare e, quindi, è inutile lottare tutta la vita per un'utopia ormai irrealizzabile.
Tutto qui.
Grazie e un abbraccio.
Rob

rob ha detto...

P.S. facendo un giro per i blog ho visto che ormai sono centinaia le persone che hanno il coraggio e la forza di andar via e trovano miglior fortuna e miglior qualità della vita in altri Paesi.
Gli esempi ormai sono innumerevoli e queste cose dovrebbero far riflettere i nostri governanti. perché di questo si tratta: di GOVERNARE!
Governare è una parola che non significa semplicemente comandare, significa condurre, dirigere secondo dei principi o dei programmi determinati, rispondenti alle esigenze ed alle finalità di una società civile.
E noi, in Italia questo non l'abbiamo mai fatto dall'Unità d'Italia ad oggi, o se l'abbiamo fatto è stato per pochissimo tempo, nel dopoguerra, dal 1945 al 1948!

Kniendich ha detto...

Rob, è davvero piacevole rileggerti sul mio blog... e come sempre condivido le tue osservazioni, apprezzando anche Severgnini per il suo articolo. L'italiano è un serpente che si mangia la coda... vitupera, insulta, critica... poi però ritira il tutto quando si tratta di agire... Spesso essi stessi non sono mai usciti dall'Italia e non saprebbero nemmeno come fare, molti di loro sono sfruttati, disoccupati, altri se la passano bene ma seguono i venti e svolazzano come bandieruole... aspettando di ricevere la manna dal cielo. Da parte mia credo di adempiere ai miei doveri civici, non sporco per terra, lavoro e pago le tasse (purtroppo, oso dire...) ....sono stato emigrato e so cosa succede fuori di quì... so anche che al momento giusto ritornerò verso la civiltà cercando di lasciar perdere questo paese per sempre, evitando di sprecare il mio tempo per una lotta che non darà mai i risultati positivi sperati...

Grazie a te,Rob, e buona giornata.

rob ha detto...

Si anche per me è un piacere rileggere i tuoi interventi, anche se duri, ma sempre razionali e veri!
La verità è sempre meglio delle bugie pietose.
Per chi volesse farsi un'idea dell'emigrazione degli italiani all'estero c'è sui blog, come dicevo, ampia letteratura.
Per tutti consiglio di leggere questo post: (scusate se non metto il link, ma usate copia e incolla sulla linea indirizzo)
http://www.fchouse.com/archives/le-prime-somme-inglesi

Angie ha detto...

Linkato!!!
:-D

Kniendich ha detto...

@Angie: Grazie...

Un abbraccio

el Niño ha detto...

accidenti, sei la persona più critica verso l'italia che io abbia mai sentito/letto... non starai esagerando???

Il Mari ha detto...

Caspita Kniendich,
la mia nomina era stata provocatoria e contemporaneamente liberatoria.
In questi giorni ho poco tempo per la Blog-sfera, ma vedo che questo meme ha aperto molte discussioni.
Ne sono felicie.
Ricordo che stai per entrare in un periodo lavorativamente parlando caldo, in ogni caso a presto.
;-)

Grissino ha detto...

sappiamo cosa si dovrebbe fare per fare diventare il nostro paese un Paese normale (come diceva qualcuno) ed invece non si fa, sappiamo che forse ormai non c'è più niente da fare e, quindi, è inutile lottare tutta la vita per un'utopia ormai irrealizzabile.
****
Concordo al 100% infatti me ne sono andato.

Per chi volesse farsi un'idea dell'emigrazione degli italiani all'estero
****
PRESENTE! Ci sono anche io
:-P

Kniendich ha detto...

@El Nino: Ciao e grazie per la visita, che ricambierò al più presto..

Non credo di essere stato critico, piuttosto mi sono mantenuto sul moderato per questioni di libertà di parola....

Grazie, a presto.


@Il Mari: Carissimo, si ricordi bene.. questo è l'inizio del periodo terribile di cui nel precedente post, e ho davvero pochissimo tempo.. non rinuncio a visitarvi tutti, infatti stasera o al massimo domani, ridiventerò presente sui vostri blog... per un post ... forse domenica prox...

Ti abbraccio, grazie..


@Grissino: Grazie anche a te per la tua presenza...
In relazione a quanto dici... non per nulla ti sento molto vicino... sostanzialmente abbiamo lo stesso modo di vedere le cose... Verrò al più presto anche da te... ti abbraccio..

orchideablu ha detto...

Ehhhh daiiii kniendicuccio... fino a domenica??? Ancora una settimana ? Ma dai, non mi dirai che stai lavorando troppo, no stop...:-DDD bacino :-)
Pensa che anche oggi ho fatto solo 12 ore di lavoro...ieri 14 ...ma sono in forma!
Mi chiedo come fanno alcuni a dire che non trovano lavoro...chi troppo e chi...(scansa)...opsss niente !!

Il Mari ha detto...

Beh! Oggi è domenica!
Scherzo.

Passavo solo per un saluto.